Pensilina in acciaio

DESCRIZIONE DELL’OPERA

L’intervento consiste nella costruzione di una pensilina per l’attesa degli autobus, da inquadrarsi in un contesto di interventi più ampio respiro, nella frazione di Rosignano Solvay, comune di Rosignano Marittimo, provincia di Livorno.
Trattasi di una costruzione a pianta rettangolare di dimensioni 6 m per 12 m circa, chiusa su i due lati corti e su uno lungo ed aperta sul davanti.

La copertura è a una falda con pendenza decrescente dal lato aperto al lato opposto, chiuso, la variazione di quota è di circa 50 cm.

La struttura è concepita a sbalzo con i pilastri posti solo su un lato lungo.

DESCRIZIONE DELLE STRUTTURE E MODELLAZIONE

Le fondazioni sono costituite da una platea generale estesa a tutta la pianta del manufatto, armata con doppia rete elettro-saldata. All’interno della platea, nel suo spessore, vi trova alloggio una trave che funge da collegamento per la base di tutte le colonne metalliche. La funzione della platea, con spessore importante, è quello di fornire la necessaria zavorra al fine di scongiurare un possibile ribaltamento globale della struttura, visto il notevole sbalzo delle travi metalliche soprastanti.

Le strutture portanti verticali sono costituite da telai in acciaio composti da profili HEA e UPN accoppiati a spalla . Distinguiamo dunque una parte del telaio che assume la funzione di pilastro formata da due profili HEA che spiccano dalla fondazione, uno verticale e uno inclinato, a questi si collega la seconda parte ovvero due travi, di diversa inclinazione, composte da una coppia di profili UPN continui, mutuamente vincolati tra loro e posti ad una distanza tale da poter accogliere all’interno i profili di colonna.

Le travi di bordo a livello della copertura sono costituite da profili in acciaio UPN che oltre a reggere i pannelli verticali assolvono la funzione di trasmettere gli sforzi orizzontali e incrementare la rigidezza dell’insieme.

La trasmissione reciproca degli sforzi orizzontali tra i telai, agenti lungo l’asse longitudinale del manufatto, è affidata a controventi a K rovescia; formati da profili d’acciaio tubolari a sezione quadra, saldati a completa penetrazione ad un profilo UPN inferiore e superiore.
Tali controventi coprono tutte le campate e collegano le teste dei pilastri a livello della copertura e un punto posto ad una certa quota dal piano campagna di ogni colonna successiva. La trasmissione degli sforzi orizzontali alla fondazione viene affidata ai soli pilastri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...